Giovani odontoiatri e informatizzazione dello studio: Il migliore gestionale per l'odontoiatra

Tag: Dento 7.0 (Pagina 1 di 12)

Codici UDI in Dento

Nel dettaglio della prestazione nel nomenclatore tariffario è stat aggiunta una spunta “richiede codice UDI” ( in basso a destra) che andrà flaggata per ogni prestazione che richiede codice UDI (solo la prima volta).

In esecuzione fasi, solo per le prestazioni che saranno state flaggate comparirà un campo”Codice UDI” nel quale inserire con un lettore di codici il codice UDI, basta il compito si esaurisce qui, click nel campo, acquisizione, finito.

Come ritrovare tutti i codici UDI? è stato aggiunto il pulsante “elenco codici UDI” alla sezione gestione dati dove vengono registrate tutte le prestazioni con codici UDI

Il pulsante porta a un formato elenco (nel quale possiamo fare ricerche) dove troviamo il pulsante “esporta codici UDI”

Le esportazioni in formato Excel vengono registrate nella sezione “Registro export codici UDI” in basso nel Menu.

La tabella excel rispetta la privacy e non consente di individuare le generalità dl paziente

Assolutamente necessari commenti e suggerimenti, se cliccate sulle immagini si ingrandiscono.

Germano Usoni

Acquisizione codici UDI

Con questo lettore comprato su Amazon, abbiamo iniziato ad inserire i codici UDI in Dento ed abbiamo creato il primo report esportato in formato excel.

Assieme ai report esportabili in excel per le rx è una delle nuove funzioni di Dento7, il lavoro mi concede sempre meno tempo per Dento ma in un paio di mesi dovrei riuscire a rilasciare la versione sul blog…

Germano Usoni

Codici UDI

Come se gestire lo studio dentistico non fosse abbastanza complicato adesso abbiamo il problema dei codici UDI per gli impianti.

Questa mattina ho fatto una prova con un lettore QR code dal telefono su una scatola di impianti Straumann sono riuscito ad ottenere correttamente il codice UDI si tratta ora di inserirlo in un campo (che devo creare) nella prestazione impianto.

Potrei creare un modulo di Dento per il telefono in modo di fare un copia incolla dall’applicazione che fa la lettura del QR code al campo specifico di Dento, oppure fare un passaggio tramite WhatsApp cioè incollare il codice in Whatsapp per poi incollare il codice nel campo specifico del programma sul computer (usando Whatsapp per il computer.

Il modulo per telefono è complicato e costoso da fare e credo funzionerebbe solo su iPhone, in tutti e due i casi poi dovrei creare un formato elenco per la ricerca e la stampa… questo per lo scarico.

Rimane il problema del carico, per esempio ho appena acquistato 75 impianti, devo caricarli in un database? 75 letture!!!  Devo poi scaricarli cercando di capire  quale sto prendendo dal cassetto e andare ad annullarlo dal database??? Il carico mi sembra una stronzata, datemi il vostro parere.

Il primo Febbraio mi trovo con Sandro Bramati per impostare il sistema di acquisizione codici UDI

Come installare Dento su iPad

Come installare Dento su iPad

Il primo passo è come per il Mac o per il pc, registrarsi sul sito e eseguire il download. Ultimamente ci sono state difficoltà legate a chi mi gestisce il sito, avvisatemi se ci sono ancora problemi.

Il Dento scaricato lo troverete nell’iPad nella posizione iCloud Drive nella cartella Download.

Il programma è contenuto in una cartella che si chiama RuntimeDento_6.9.8 che contiene 9 elementi.

Il File DentO.app potete buttarlo perchè è il motore di FileMaker che fa funzionare il programma su computer ma non funziona su iPad. 

Per far funzionare DentO su iPad dovrete scaricare da AppStore FileMakerGo che è gratuito.

Dalla cartella RuntimeDento_6.9.8 dovete, uno per volta selezionare i 6 files che compongono il programma e sostituire l’estensione .ussr con l’estensione .fmp12. Perché l’estensione .ussr è specifica per l’applicazione che scaricate dal sito ma non è riconosciuta da FileMakerGo.

Poi ancora dalla cartella RuntimeDento_6.9.8 dovete, uno per volta selezionare i files Dnt.fmp12,

Algt.fmp12, Hlp.fmp12, Mnl.fmp12, Trcct.fmp12 e iFatturePA_3_2.fmp12 e “condividerli” con FileMakerGo. In questo modo FileMakerGo li riconosce come “suoi” files e li apre.

A questo punto potete iniziare l’attivazione della copia di Dento nel consueto modo, leggendo BENE le raccomandazioni e annotando il numero di password.

In questo modo avrete un gestionale completo e gratuito su iPad 10,9 pollici, con una spesa che parte da 589 euro potete gestire completamente uno studio!

Diverso è il discorso di iPad usato come terminale client, in quel caso dovrete solo scaricare FileMakerGo e connettervi alla rete Wi-Fi dello studio.

La procedura è complessa ma se seguite bene le istruzioni è fattibile, buon lavoro.

Dott. Germano Usoni 

« Articoli meno recenti